Non hai articoli nel carrello.

Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012

G. Campana
  1. 10%
€ 24,00 € 21,60
  • Commento al testo
  • Approfondimenti tematici
  • Spunti per l'azione didattica ed educativa
  • In Appendice il testo integrale 2012
Il nuovo testo presenta numerose modifiche migliorative e novità di rilievo. Notevole l'impegno del documento di dare - rispondendo a requisiti di chiarezza e coerenza espositiva - una visione solida e insieme aperta, ampia, complessa sia delle esigenze e delle forme profonde dell'apprendere, sia di come esso si configuri nel contesto dinamico, multiplo, complesso dell'attuale società. In rapporto a ciò, anche la visione dell'azione pedagogica e didattica viene continuamente orientata a corrispondere a tale complessità dell'apprendimento, attraverso la realizzazione di un "ambiente di apprendimento", un contesto di attività e situazioni, che rispetti e promuova la centralità dell'alunno.
Forme interattive e collaborative di apprendimento e situazioni e metodi laboratoriali concorrono in modo molto significativo ad esaltare l'espressione delle proprie potenzialità da parte dell'alunno e a connotare l'apprendimento come attività costruttiva, unendo crescita personale e apprendimento in un unico processo di forte valenza positiva.

Le Nuove Indicazioni Nazionali invitano a superare definitivamente un'impostazione trasmissiva dell'insegnamento a favore di una didattica sempre più partecipativa basata sull'attiva processualità della persona che, come soggetto unitario, elabora il proprio apprendimento per vie multiple e ricche e caratterizzate da tratti di irriducibile e preziosa singolarità.
Giovanni Campana, svolge attività di formazione dei docenti per conto dell'Associazione Docenti Italiani. Laureato in Filosofia presso l'Università di Bologna, ha insegnato lettere nella scuola media e svolto, per più d'una ventina d'anni, il ruolo di Preside - e successivamente Dirigente scolastico - nella scuola secondaria di primo grado, nonché nella scuola dell'infanzia e primaria in un istituto comprensivo. L'attività formativa svolta ha interessato in particolare i vari temi della didattica, il problema delle varie forme di diffi coltà nell'apprendimento e il tema del disagio nella scuola. All'inizio degli scorsi anni '90 ha diretto per diversi anni i corsi biennali polivalenti per la formazione dei docenti di sostegno per il Provveditorato di Modena, occupandosi del problema dell'integrazione degli alunni con disabilità.
Prefazione
Introduzione Le Indicazioni per il curricolo
Capitolo Primo Le finalità generali: "Scuola, Costituzione, Europa"
Capitolo Secondo Le competenze: profilo dello studente e competenze chiave europee
Capitolo Terzo L'organizzazione del curricolo
Capitolo Quarto La scuola dell'infanzia
Capitolo Quinto I campi d'esperienza
Capitolo Sesto La scuola del primo ciclo
Capitolo Settimo Le discipline
Appendice 1 L'integrazione degli alunni con disabilità
Appendice 2 Difficoltà e disturbi di apprendimento. Primum non nocere
Appendice 3 I comportamenti prevaricatori nella scuola
Indicazioni Nazionali per il Curricolo della Scuola dell'Infanzia e del Primo Ciclo d'Istruzione (D.M. 16-11-2012)

Visualizza Indice Dettagliato