Orientamento alla scelta del corso di studi

1) "Per piacere, non facciamo i comizi!" vuol dire...
Non andiamo in cerca di pretesti per giustificarci
Non perdiamo tempo facendo una votazione
Non facciamo confusione senza motivo
Non parliamo come se dovessimo convincere una folla
2) Si completi la seguente proporzione: Scrittore : Compositore = x : y
x : lirica = y : pittura
x : editore = y : pubblico
x : romanzo = y : sinfonia
x : Mahler = y : Brahms
3) Quasimodo è un personaggio creato da
Il poeta Victor Hugo
Il cantante Riccardo Cocciante
Il regista Walt Disney
Il comico Fiorello
4) Il voto alle donne in Italia è stato concesso nel...
1918
1925
1946
1861
5) Qual è la causa del cambio delle stagioni?
La rotazione della terra intorno al sole
La posizione obliqua dell'asse terrestre
Il pendolare del sole tra i tropici
L'intensità maggiore dei raggi del sole in primavera e in estate
6) Che cosa sta ad indicare il termine scolastica riferito al periodo medievale?
Una scuola filosofica
L'organizzazione delle scuole
La nascita di una dottrina didattica
La scrittura dei chierici
7) Nella tabella seguente vengono riportate le abitudini nei confronti del fumo di un gruppo di studenti e dei loro genitori:
Circa il 23% degli studenti fuma
Il 50% degli studenti fumatori ha entrambi i genitori che fumano
Più del 40% dei genitori non fuma
Il 60% dei genitori non fuma
8) L'autore di "Lettera a una professoressa" è:
Antonio Gramsci
Lorenzo Milani
Michele Serra
Paulo Freire
9) La produzione di quale ormone può essere stimolata da una forte emozione?
Ossitocina
Glucagone
Adrenalina
Tiroxina
10) Il fisico Isaac Newton divenne famoso per gli importanti studi scientifici:
Sull'elettricità
Sulla radioattività
Sulla gravità
Sul magnetismo
11) Cosa si intende per teatro erudito?
Teatro colto
Teatro regolare
Teatro popolare
Teatro italiano
RICORDI DI SCUOLA
Aspettavamo la campana del secondo orario, tra undici e mezzogiorno, pigramente raccolti, sbadigliando, intorno ai tavolini del caffè Pascoli & Giglio, ch'era il caffè nostro, del Ginnasio-Liceo, sull'angolo di quella strada, anch'essa nostra, con la via principale della città, dai borghesi detta Corso e da noi Parasanghea. I più fortunati mandavano giù l'una dietro l'altra granite di mandorla, la più buona cosa da mandar giù ch'io ricordi della mia infanzia; e c'era la tenda rosso marrone che bruciava di sole come un sospeso velo di sabbia sopra i tavolini. C'erano discorsi di grandi parole, di grandi speranze e c'erano i pettegolezzi scolari sulle medie, i temi in classe, i professori e i compagni sgobboni. I piccoli delle classi ginnasiali si rincorrevano da marciapiede a marciapiede, urlando, fin sullo sbocco di Piazza del Duomo che chiamavamo Ponto Eusino, e là subito le loro urla selvagge risuonavano più larghe e cantanti quasi come su una aperta campagnLà era, difatti, una campagna di sole: Piazza Duomo; amplissima nel suo asfalto ancora fresco, con le sue palazzine rose settecentesche a semicerchio...
[da E. Vittorini, Il garofano rosso, Milano, Mondadori, 1948, cap.1]
12) Dal testo si capisce che ...
C'erano lezioni per tutto l'arco della giornata
Le lezioni erano distribuite in due fasce
Le lezioni avevano inizio nella tarda mattinata
C'era la possibilità di entrare a scuola durante le lezioni
13) Nei discorsi dei ragazzi c'erano "grandi parole" e "grandi speranze". Ciò significa che essi...
Erano attenti alla realtà sociale
Speravano in un impiego sicuro
Si aspettavano molto dalla vita
Aspettavano con ansia le vacanze
14) I ragazzi chiamavano "Ponto Eusino"...
Una palazzina del ‘700
La piazza del Duomo
Una strada asfaltata di fresco
La fontana del centro città
15) La scena è ambientata...
In una città che non è possibile collocare geograficamente
In una città meridionale in una stagione calda
In una città dell'Italia centrale all'inizio dell'estate
In una città investita spesso da tempeste di sabbia
Pagina 1 di 2